Iscriviti
alla
Newsletter

Caratteristiche

Il disciplinare di produzione

Il Disciplinare di produzione prevede quale area di produzione delle uve esclusivamente il territorio comunale di San Gimignano e che il vino sia prodotto in vigneti composti per almeno l’85% dal vitigno Vernaccia di San Gimignano, consentendo una presenza massima del 15% di altri vitigni a bacca bianca non aromatici, idonei alla coltivazione per la Regione Toscana. Non è consentito l’impiego dei vitigni: Traminer, Muller Turgau, Moscato Bianco, Malvasia di Candia, Malvasia Istriana, Incrocio Bruni 54. I vitigni Sauvignon e Riesling possono concorrere nella misura massima (da soli o congiuntamente) del 10%.

Con le migliori uve selezionate si ottiene la tipologia Riserva, per la quale è previsto un periodo di affinamento non inferiore a 11 mesi in cantina (in acciaio o legno) ed un periodo di affinamento di almeno 3 mesi in bottiglia prima dell’immissione al consumo. La resa per ettaro non deve superare i 9.000 kg per ettaro. La vinificazione delle uve e l’affinamento del vino devono avvenire all’interno dell’area di produzione.

Caratteristiche organolettiche

Il vino Vernaccia di San Gimignano si presenta dal colore giallo paglierino con riflessi dorati che si accentuano con l'invecchiamento. Il profumo è fine, delicato con sentori fruttati e floreali in età giovanile. Con l'affinamento e l'invecchiamento sviluppa il caratteristico sentore minerale di pietra focaia. Al gusto è un vino asciutto, armonico, sapido.

Pur gradevole da giovane, sorprende spesso per le capacità di invecchiamento evolvendo note, sia olfattive che degustative, complesse e minerali. Non a caso è uno dei pochissimi vini bianchi prodotti anche nella tipologia riserva.

Abbinamenti gastronomici e temperature di servizio

Il vino Vernaccia di San Gimignano esalta molti abbinamenti gastronomici. Trova una sua naturale collocazione nella cucina mediterranea nella quale l’olio extra vergine d’oliva domina. Ottimo con primi piatti con salse bianche, insalate di riso e insalate di pasta. Sorprendente è con la ribollita e tutte le sue varianti che si trovano in Toscana. Straordinario con piatti a base di pesce preparati in qualsiasi modo: al forno, fritti, alla griglia o al cartoccio, nonché con il pesce crudo. Magnifico con fritture varie e uova. Stupisce con le carni bianche preparate sia con salse, che senza. Eccellente con le verdure di tutte le stagioni, e le loro preparazioni. Squisito con formaggi freschi e di media stagionatura, dei quali esalta la sapidità.

La temperatura di servizio deve essere di 8° - 10°C per la tipologia annata e 12° - 14°C per la Riserva.